martedì 21 settembre 2010

Omeopatia: non c’è nulla dentro

E’ noto che le diluizioni omeopatiche non lasciano assolutamente nulla all’interno del classico globulo o granulo (una base inerte di saccarasio e lattosio, insomma zuccherini), buttate una goccia di un estratto in una piscina olimpionica e ancora non avrete la diluizione giusta: ancora meno, ancora meno…
Mentre nel Regno Unito la commissione di vigilanza della Camera dei Comuni, poiché NON ESISTONO studi clinici accreditati che dimostrino l’efficacia del rimedio omeopatico, ha stabilito che è una cattiva pratica medica prescrivere un trattamento omeopatico (02/2010), nella stessa Francia, una roccaforte per la medicina del nulla, sono in diminuzione le prescrizioni omeopatiche.

Tra i vari articoli che dimostrano l’inefficacia del trattamento omeopatico rispetto al placebo vi sono i lavori pubblicati da The Lancet nel 2005 e nel 2007. I risultati conclusivi sono che il rimedio omeopatico rientra nell’efficacia di un placebo. E i bambini dicono molti? I bambini avranno un loro sistema immunitario… Non fare danni è la prima regola, per questo motivo, alle donne in gravidanza o ai bambini vengono spesso consigliati dai farmacisti rimedi omeopatici.
Il sito "Homeopathy: There's nothing in it" ha lanciato una campagna contro l’uso del rimedio omeopatico: numerose le adesioni di persone che hanno ingurgitato flaconi di varie formulazioni senza riscontrare effetti di alcun genere. Al sito vi rimando per approfondire l’argomento.

5 commenti:

Davide Mana ha detto...

Sulla omeopatia, c'è uninteressante video in circolazione su YouTube, nel quale il Grande Randi (prestigiatore e noto razionalista) assume a titolo sperimentale una dose letale di tranquillanti omeopatici, senza peraltro subire effeti dannosi.
Semplice ed efficace.

Enzo Baranelli ha detto...

Sì, hai ragione. La stessa associazione inglese del sito che cito (Homeopathy: there is nothing in it-->cliccare sul nome nell'articolo per aprire il sito) ha organizzato un'overdose di massa (stanno tutti bene e vi salutano): http://www.1023.org.uk/the-1023-overdose-event.php
Il problema è che il mercato italiano è in crescita. La famiglia Boiron si è mossa per un tour promozionale in Italia, per "spingere" i farmacisti (invitati a cena) a consigliare il rimedio omeopatico. La Stampa (che fortunatamente non leggo) ha pubblicato on-line (o forse anche su carta) un articolo a difesa dell'omeopatia. Tutto questo "recentemente": è in atto un'offensiva contro il pensiero razionale. Vi invito a difendervi.

cricaby ha detto...

No,no.Non è così.Pur non avendo letto quanto dici che sta succedendo in Francia e in UK,ti posso assicurare che in quei Paesi ci si cura largamente con l'omeopatia.In Inghilterra addirittura ci son cliniche veterinarie.E anche in Messico.E in India.E in Canada.Questi sono i Paesi dove mi vien in mente che al bisogno ho potuto reperire consulti e rimedi(a prezzi irrisori perlopiù).Vero che Boiron da noi spinge,vero anche che però ha fatto abbassare i prezzi.
In Italia non c'è tradizione omeopatica,la maggior parte dei farmacisti ha visto nell'espandersi del ,una ventina d'anni fa,il business.E appunto l'ha gestito come tale.Questo però perchè inopinatamente il presidente dei f.non ama l'omeopatia.
Io mi ci son curata e la uso quand'occorre.Ho curato famiglia,gatto e bambini di amiche che dopo aver sentito il pediatra si rifiutavano di somministrare antibiotici a palate ai loro pargoli e mi chiedevan consiglio.
Questa recrudescenza di di cui parli non mi piace per niente!CIAO!

Enzo Baranelli ha detto...

While dispensing sugar pills may seem harmless, in reality the endorsement of homeopathic potions by leading health providers can have grave consequences. In September 2010, a BBC investigation discovered registered homeopaths administering ineffective 'alternatives' to the MMR vaccine [5], and in 2002 9-month old infant Gloria Sam died from serious infections after her eczema - a condition commonly treated by homeopaths - was treated with homeopathic remedies [6].

Mr Marshall concluded:

"Homeopathy has had more than two centuries to prove itself a useful remedy, but the results consistently come back negative. In the meantime, people are being fooled into believing these pills work, often causing genuine harm".

Enzo Baranelli ha detto...

1.A. Shang, K. Huwiler-Mûntener, L. Nartey, P. Juni, S. Dörig, J. A. C. Sterne, D. Pewsner, M. Egger, Are the clinical effects of homoeopathy placebo effects? Comparative study of placebo-controlled trials of homoeopathy and allopathy, Lancet 366, 726-32, 2005.

2.The Lancet - volume 370, numero 9600, 17 novembre 2007

http://www.parliament.uk/business/committees/committees-archive/science-technology/s-t-homeopathy-inquiry/